Connettere la conoscenza: quattro livelli di interoperabilità

Claudio Gnoli

Abstract


La connessione tecnologica dei dati rischia di essere vana se non rendiamo in qualche modo connettibili anche i loro significati. A questo fine si ripropone all'attenzione quella che nella biblioteca tradizionale è detta catalogazione per soggetto, e nell'odierno ampliamento dei contesti più in generale organizzazione della conoscenza. Sono infatti gli svariati tipi di knowledge organization system (KOS) a metterci in grado di connettere le informazioni in funzione del loro contenuto, indipendentemente dalla varietà di formati, di supporti, di sedi. Questo appare però possibile solo se si tratta di KOS interoperabili, ossia capaci di superare i confini informativi presenti in almeno quattro piani: (A) concettuali, legati cioè a diversità di impostazioni teoriche e culturali, (B) disciplinari, legati alle tradizioni e ai linguaggi delle diverse comunità sociali e accademiche, (C) istituzionali, legati alle diverse politiche di biblioteche, archivi, musei che detengono le fonti di conoscenza, comprese quelle nascoste in documenti di natura inusuale come un sipario o una marionetta, (D) formali, legati ai linguaggi di rappresentazione (MARC, SKOS, OWL...) che permettono di sfruttare i KOS nella rete globale dei linked data.

Full Text

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.3302/0392-8586-201405-009-1

«Biblioteche oggi» mette a disposizione on-line gli articoli completi dopo 24 mesi dalla pubblicazione. Se l'articolo non è ancora disponibile full-text è possibile acquistare il numero singolo di «Biblioteche oggi» in versione cartacea al costo di 20 euro (spese di spedizione comprese). Per l'acquisto contattare bibliografica@bibliografica.it.




Biblioteche oggi - EDITRICE BIBLIOGRAFICA srl  Via Francesco De Sanctis 33/35 - 20141 Milano  Tel. +39 02 84253051   http://www.bibliografica.it    e-mail: bibliografica@bibliografica.it