testata
 
 
La banca dati di "Biblioteche oggi" permette, attraverso un programma avanzato, una ricerca efficace e mirata sugli articoli pubblicati dal 1993: per titolo, autori, anno, fascicolo, soggetti e indicazioni del contenuto.
 
Gli articoli pubblicati sono disponibili in full-text; per quelli pubblicati nell'anno in corso e in quello precedente è disponibile l'abstract.
 
La banca dati è uno strumento indispensabile per i bibliotecari, gli studiosi, i ricercatori, gli studenti e tutti coloro che sono interessati all'approfondimento dei temi che riguardano la biblioteconomia, la scienza dell'informazione e la cultura della biblioteca.
 
 
Vai al sommario degli ultimi 10 numeri.
 
 
Iscriviti alla newsletter gratuita di "Biblioteche oggi", dove potrai trovare riassunti e commenti sugli articoli e le rubriche del mese, notizie sulle iniziative promosse dalla rivista, informazioni su eventi che si svolgono nel mondo delle biblioteche, richiedere libri in recensione.
 

 
LA BIBLIOTECA PERCEPITA
 
Le biblioteche nella stampa inglese
 
Anna Galluzzi
Biblioteca del Senato “Giovanni Spadolini” - anna.galluzzi@gmail.com
 
Negli ultimi anni si è discusso molto del futuro delle biblioteche,in particolare di quello delle biblioteche pubbliche. Un’analisi, anche solo superficiale, della letteratura scientifica e professionale conferma che il bisogno di ridefinire il ruolo delle biblioteche nel panorama odierno è sentito fortemente da bibliotecari e biblioteconomi. È dunque arrivato il momento di verificare se questo acceso dibattito abbia avuto una qualche eco nella società nel suo complesso e quali aspetti abbiano interessato maggiormente il grande pubblico. Tra i numerosi metodi adottati per indagare l’impatto economico e sociale delle biblioteche, si è andati alla ricerca di un modo per guardare alle biblioteche dall’esterno e per interrogarsi sul loro futuro dal punto di vista della società nel suo complesso, piuttosto che dei loro utenti e dei bibliotecari. Da qui la scelta dell’analisi dei quotidiani come metodo alternativo per misurare la rilevanza delle biblioteche nella percezione pubblica.
 
> Leggi tutto
 
 
 
 
 
PERCORSI
 
p. 4 Dino Campana alla Biblioteca di Ginevra
 
Alberto Petrucciani
 
Una prima ricostruzione della frequentazione della Biblioteca di Ginevra tra il 7 aprile e il 19 maggio 1915, attraverso la quale è possibile conoscere con esattezza quali sono state durante i 19 giorni del suo soggiorno ginevrino le letture del poeta e i libri da lui richiesti, grazie a un accurato esame condotto sul registro delle Opere consultate in Sala di lettura. Da questa indagine sul campo emerge l'importanza della documentazione d'archivio delle biblioteche e dei loro cataloghi per la storia della cultura e per una comprensione del ruolo prezioso del servizio offerto dalle biblioteche pubbliche sul piano qualitativo, oltre che su quello quantitativo, un terreno sul quale l’autore invita le biblioteche a impegnarsi maggiormente.
 
 
BIBLIOTECHE NEL MONDO
 
p. 27 La Biblioteca della Corte di giustizia dell’Unione europea
 
Fabio Pappalardo
 
L’articolo illustra finalità, caratteristiche e organizzazione di una biblioteca per certi aspetti unica nel contesto europeo e internazionale: la Biblioteca della Corte di giustizia dell’Unione europea, situata a Lussemburgo. Si tratta di una biblioteca giuridica relativamente recente, fondata nel 1953, che possiede circa 220.000 volumi ed è abbonata a 2.500 periodici o banche dati in versione digitale. La Biblioteca è principalmente a carattere giuridico, tuttavia le opere che si occupano prevalentemente dell’Unione europea costituiscono solo il 20% delle collezioni. Il restante 80% tratta di diritto nazionale di stati membri e di stati terzi, di diritto comparato, di diritto internazionale e di teoria generale del diritto, di storia dell’integrazione europea, politica ed economia.
 
 
Nei prossimi numeri: L’informazione di comunità tra e-government e democrazia elettronica: le biblioteche pubbliche come supporto alla partecipazione democratica; La percezione sociale della biblioteca: il caso della stampa francese; La nuova biblioteca di Melzo; Biblioteche di condominio: si può fare!; Il pubblico dominio a Torino: percorsi di cooperazione tra testo, teatro e biblioteca; ETHIC: Evaluation Tool of Health Information for Consumers; La comunicazione scientifica sul web: valutare le pubblicazioni usando i social network; Apprendere la biblioteconomia attraverso i social network; Dieci minuti a libro aperto: la dolcezza della lettura senza voti… e molto altro ancora.