testata
 
 
La banca dati di "Biblioteche oggi" permette, attraverso un programma avanzato, una ricerca efficace e mirata sugli articoli pubblicati dal 1993: per titolo, autori, anno, fascicolo, soggetti e indicazioni del contenuto.
 
Gli articoli pubblicati sono disponibili in full-text; per quelli pubblicati nell'anno in corso e in quello precedente è disponibile l'abstract.
 
La banca dati è uno strumento indispensabile per i bibliotecari, gli studiosi, i ricercatori, gli studenti e tutti coloro che sono interessati all'approfondimento dei temi che riguardano la biblioteconomia, la scienza dell'informazione e la cultura della biblioteca.
 
 
Vai al sommario degli ultimi 10 numeri.
 
 
Iscriviti alla newsletter gratuita di "Biblioteche oggi", dove potrai trovare riassunti e commenti sugli articoli e le rubriche del mese, notizie sulle iniziative promosse dalla rivista, informazioni su eventi che si svolgono nel mondo delle biblioteche, richiedere libri in recensione.
 

 
IL PUNTO
 
Un'equazione complessa
 
Gino Roncaglia
Università della Tuscia
 
L’intervento di Massimo Greco sul numero scorso riassume efficacemente alcuni dei fattori che rendono da un lato necessaria, dall’altro particolarmente impegnativa e complessa la discussione sul prestito digitale in biblioteca. Che le biblioteche abbiano bisogno di gestire anche il prestito digitale, e di farlo attraverso meccanismi il più possibile semplici e funzionali – e soprattutto, meno legati all’arbitrio e alle (spesso volatili) scelte contrattuali dei singoli editori – è indubbio. Ma è altrettanto indubbio che non è facile conciliare questa giusta esigenza con i modelli di commercializzazione degli e-book adottati da editori e distributori.
 
> Leggi tutto
 
 
 
 
 
BILANCIO DELL’ESPERIENZA
 
p. 17 Comunicare una piazza del sapere - 3
 
Maria Stella Rasetti
 
Continuazione ideale di due serie di contributi usciti nel 2012 e nel 2013, l’articolo ci offre nuovi appunti di laboratorio dalla Biblioteca San Giorgio di Pistoia, una “piazza del sapere” che fin dalla sua inaugurazione, avvenuta il 23 aprile 2007, ha corroborato e ispirato le riflessioni metodologiche sviluppatesi nell’alveo della cosiddetta “biblioteconomia sociale”. L’idea-forza su cui la San Giorgio ha fondato il suo progetto culturale e le sue strategie di comunicazione è quella di una biblioteca sociale e “social” in cui i cittadini partecipano attivamente alla produzione di gran parte dei servizi culturali, diventando sempre più protagonisti di quello che i bibliotecari hanno sempre considerato il loro core business: il governo delle raccolte, la mediazione informativa, la creazione di informazioni.
 
 
GESTIRE IL CAMBIAMENTO
 
p. 33 Le biblioteche accademiche strumenti strategici per la competitività degli atenei
 
D. Grandin, F. Ferrari, C. Mandelli
 
A partire dall’analisi dei comportamenti adottati dalle biblioteche in alcuni atenei e selezionando, in un contesto internazionale, un campione di università in cui le azioni e le politiche di sviluppo dei servizi bibliotecari fossero strettamente ed esplicitamente connesse alle strategie individuate dagli atenei di appartenenza, le autrici delineano un ruolo possibile delle biblioteche accademiche e dei loro servizi come strumenti centrali per la competitività degli atenei. Quattro gli obiettivi strategici di ateneo individuati in modo ricorrente: educational learning, research and innovation, sustainability and social responsibility, internationalisation. Tre gli assi strategici all’interno dei quali ricondurre le politiche di sviluppo per il raggiungimento degli obiettivi: digital model, internal network, external communities.
 
 
Nei prossimi numeri: In Aprile uno speciale interamente dedicato allo spazio della biblioteca: Una indagine sulla percezione dello spazio; Le nuove tendenze dell’architettura tra progetto biblioteconomico e progetto architettonico; In giro per il mondo alla scoperta di soluzioni architettoniche originali; Ri-progettare le piccole biblioteche; primo piano su biblioteche di recente inaugurazione; Architetti e bibliotecari francesi realizzano un numero monografico del Bulletin des Bibliothèques de France sullo spazio della biblioteca. In programmazione inoltre: L'uso dei social network nella formazione di nuovi bibliotecari; Il contributo di Norbert Wiener alla scienza dell’informazione; L’educazione alla lettura nella scuola secondaria di secondo grado.
 
 
Copertina ultimo fascicolo
 
Marzo 2015
 
 
Convegno Stelline
 
Convegno Stelline 2015
 
Associazione Biblioteche oggi