Comunicare il patrimonio: riflessioni sulle potenzialità dei social media per le biblioteche di conservazione

Livia Marcelli

Abstract


Passando in rassegna la letteratura biblioteconomica italiana, appare evidente che la riflessione su biblioteche e  social media  ha fino a oggi riguardato principalmente le biblioteche di pubblica lettura, concentrandosi sull’aspetto della comunicazione dei servizi e del dialogo con gli utenti. Alcune realtà bibliotecarie si sono rivelate poli di eccellenza in grado di costruire un rapporto di fiducia e un canale di comunicazione istituzionale efficiente ed efficace con i propri lettori, anche per mezzo di un sapiente utilizzo del proprio sito web e dei  social media . L’impiego delle reti sociali per promuovere e valorizzare al contempo patrimonio e servizi è stato inoltre sperimentato da varie realtà museali ma, sebbene vi sia stato un impegno in tal senso da parte di alcune biblioteche di conservazione, appare ancora poco nota l’attività di comunicazione di questi istituti.  Il presente articolo si propone di offrire una prima riflessione sulle potenzialità dei  social media  per le biblioteche di conservazione e sull’importanza della creazione di contenuti informativi sulle collezioni nell’ottica del raggiungimento di utenti reali e potenziali, superando le barriere geografiche e linguistiche.



DOI: http://dx.doi.org/10.3302/2421-3810-202001-052-1

"Biblioteche oggi Trends" mette a disposizione online gli articoli completi dopo 24 mesi dalla pubblicazione. Se l'articolo non è ancora disponibile full-text è possibile acquistare il numero singolo di "Biblioteche oggi Trends" in versione cartacea.
Le condizioni per l'acquisto sono esposte qui: www.bibliotecheoggi.it/rivista/about/subscriptions.


Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Biblioteche oggi - EDITRICE BIBLIOGRAFICA srl  Via San Francesco d'Assisi 15 - 20122 Milano  Tel. +39 02 84253051   http://www.bibliografica.it    e-mail: bibliografica@bibliografica.it

ISSN 2421-3810